Come funziona esattamente una stufa ad accumulo? Ti sconvolgerà sapere che è come il tuo smartphone!!

Quando si parla di fuoco e riscaldamento è normalissimo pensare:

FUOCO ACCESO=CALORE

FUOCO SPENTO=FREDDO

D’altronde è sempre stato così e (secondo la logica) dovrebbe continuare ad essere così, soprattutto in una società (quella italiana) dove prima dell’avvento dei sistemi di riscaldamento centralizzati, si è sempre affidata al caro vecchio amico caminetto per sopravvivere agli inverni.

Centinaia di anni non si cancellano facilmente dal cervello rettile!

[I gusti sono gusti, et de gustibus non est disputandum] … ma quali sono le differenze obiettive tra stufe in ceramica e stufe in pietra ollare?

Una stufa ad accumulo può essere considerata tale solamente se ha un peso che supera i 1.000 Kg ed il suo interno è costruito con giro fumi di materiale pesante che ne garantisca accumulo di calore, cioè non ferro, acciaio o ghisa, ma mattoni refrattari oppure di pietra ollare.

Ma la parola ACCUMULO in che termini la potremmo collegare al tempo che una stufa dovrebbe rimanere spenta riscaldando comunque in maniera efficace un’abitazione?

Purtroppo oggi molte aziende utilizzano la parola ACCUMULO “a sproposito”, perfino quando si tratta di aggiungere 100 kg di materiale sopra ad una stufa in acciaio di 300 kg. E questo crea confusione!

Quanto dovrebbe durare l’irraggiamento di una stufa ad accumulo dopo che si è spenta?

Non mezz’ora e nemmeno 3 ore, e men che meno 6…. una stufa ad accumulo può definirsi tale se rimane calda e “riscalda” la casa per almeno 12 ore (anzi meglio ancora se sono di più) anche dopo lo spegnimento delle braci.

Stufe a pellet elettriche… una moda [sottosopra] tutta italiana!!

Che sia chiaro!!

Non ho nulla contro il pellet come combustibile se effettivamente prodotto da scarti di lavorazione come inizialmente fu concepito (ma non è più così, almeno in Italia).

Ma la mia domanda è questa…

Perché la stufa a pellet elettrica ha avuto così tanto successo in Italia?

Perché non ha avuto e non sta avendo lo stesso successo nel resto d’Europa?

Sarà mica perché noi in Italia siamo sempre più furbi e sgamati mentre tedeschi, francesi, scandinavi ecc.. sono più tonti??

1 2