Stufe, camini, termostufe, caldaie, a legna, a pellet… che confusione…. come scegliere?

Quando decidi che è arrivato il momento di inserire una stufa o un camino nella tua casa le motivazioni che ti potrebbero spingere ad iniziare ad informarti su quale potrebbe essere il prodotto migliore per te possono essere molto differenti… spesso il primo passo è aprire google ed affidarti ai suoi suggerimenti. Un altra soluzione potrebbe essere quella di rivolgerti al commerciante di stufe più vicino a casa tua (d’altronde è i suo lavoro no?) o a volte basta il consiglio di un buon amico, di un famigliare o dell’ idraulico di fiducia per venire indirizzati su un prodotto che ha già reso felice una persona di cui ti fidi, che conosci, e che non ti mentirebbe mai su una scelta così importante, visto che di soldi si sta parlando (si ok, ma i soldi sono i tuoi mica i suoi).

Oggi è possibile reperire tutte le informazioni tecniche su prodotti a legna, su prodotti a pellet, tecnologia ecc.. ma spesso l’estetica del prodotto, visto che con tutta probabilità finirà tra gli elementi di arredo della tua abitazione è ancora un elemento di indispensabile importanza.

Ognuno è motivato ad effettuare queste ricerche da problematiche diverse (si effettivamente se stai cercando di acquistare qualcosa significa che hai un problema da risolvere), tutte lecite e meritevoli di attenzione; proviamo a suddividerle in alcune macro-categorie e vediamo se ti ci ritrovi:

  • RISPARMIO: vorresti sostituire o integrare il tuo costoso riscaldamento a gas (metano o gasolio) con un combustibile più economico come la legna o il pellet
  • RISPARMIO E ARREDO: vorresti integrare il tuo riscaldamento ed allo stesso tempo inserire la visione del fuoco all’interno del tuo arredamento
  • DESIGN: la visione del fuoco e il design della stufa o camino sono la principale motivazione che ti spinge ad immergerti in questa (spesso complicata) ricerca.
  • ECOLOGIA: sei convinto che affidarsi ad un riscaldamento prodotto con energia rinnovabile come la biomassa sia una scelta etica ed ecosostenibile
  • PROGETTO: stai costruendo o ristrutturando la tua casa dei sogni, e l’inserimento di una stufa-caminetto potrebbe rivelarsi utile ad una o più delle motivazioni sopra descritte, malgrado il tuo progettista te lo sconsigli, visto che se la casa sarà isolata non ci sarebbe alcun motivo di affidarsi al fuoco per il riscaldamento. Ma tu hai la testa dura (meno male) e vai avanti per la tua strada!

 

 

C’ è un solo problema!

Con tutta probabilità ognuna di queste motivazioni ti metterà davanti alla scelta di prodotti molto diversi tra loro, sia per estetica che per funzionalità, sia per consumi che per tipologia di combustibile e la maggior parte delle volte tralascerai una componente fondamentale che non avevi considerato…. che non potevi prevedere, perché nessuno ti ha mai spiegato quali sono le cose importanti che dovresti sapere, prima ancora di arrivare a valutare l’uno o l’altro modello.

Inoltre, ogni prodotto ti porterà davanti agli occhi vantaggi e svantaggi che per un profano come te sarà difficile valutare con grande obiettività e lucidità!

<>

Beh.. in tutta sincerità quello che devi sapere per non compiere un passo sbagliato e cadere nel burrone dei clienti scontenti o pentiti del proprio (spesso costoso) acquisto è difficile da spiegare in 2 parole e in un solo articolo. E sempre con la massima sincerità mi sono imbattuto in decine di clienti che avevano acquistato più di un prodotto sbagliato prima di decidere di affidarsi ad una consulenza professionale.

Questo blog ti darà diversi spunti di valutazione per cominciare a scremare ciò che per te sicuramente non va bene (e magari è proprio il prodotto che ti aveva consigliato il tuo fidato conoscente) ma prima di tutto ti farà capire quali sono i punti di partenza dai quali cominciare per assemblare questo puzzle.

Oggi ti voglio svelare una cosa.. forse la più importante!

Escludiamo in principio le tue ricerche effettuate esclusivamente in funzione del design del prodotto, nel senso che la stufa avrà come primo compito quello di riscaldare e non di arredare. Bene! Sappi che ogni tuo approccio al prodotto è sbagliato in partenza.

E sappi che non è colpa tua!

Ciò vuol dire che non dovresti essere tu a cercare una stufa, ma prima di tutto dovresti cercare un consulente preparato ad una valutazione dell’ involucro edilizio (e non è necessario chiamare il termotecnico se il professionista a cui ti stai rivolgendo è sufficientemente preparato).

La tua casa o il suo progetto (se è in costruzione o ristrutturazione) sono il punto di partenza di questo percorso. Intendo dire… sei tu che sceglierai la stufa (in termini estetici), … ma la stufa dovrà prima di tutto riscaldare la tua casa ed è quindi fondamentale analizzare le seguenti caratteristiche prima di passare alla scelta del design:

  • Stato di coibentazione (isolazione) se esistente o prevista dal progetto
  • Esposizione al sole
  • Zona climatica
  • Valutazione dei ponti termici
  • Fabbisogno termico invernale
  • Distribuzione dei locali
  • Posizione della stufa
  • Eventuale integrazione con altri sistemi di produzione di energia termica
  • Combustibile più adeguato alle tue abitudini e relativi costi di gestione

Dopo questo primo e necessario STEP… potrai già scremare un buon 50/60% di prodotti assolutamente inutili per la tua casa. Ottimo… la strada non è più in salita ma finalmente comincia una dolce discesa… ma non illuderti.. è ancora lunga!

Visto che questo è il primissimo articolo di questo blog, voglio darti un secondo fattore di valutazione per il tipo di stufa che ti stai accingendo a scegliere

Avremo modo di approfondire in altri articoli le differenze tra “calore radiante” e “calore convettivo” ma ti assicuro che la scelta di uno in particolare di questi due mezzi di trasmissione dell’energia termica ti renderà davvero felice e soddisfatto del tuo investimento. E ti posso assicurare che senza dubbio il miglior modo per poter riscaldare una casa in maniera confortevole e salutare è proprio

 

IL CALORE RADIANTE

Aggiungendo questo fattore di scelta alla precedente analisi sul tuo involucro edilizio ti rimarranno davvero poche scelte, e la forbice si restringerà ulteriormente rendendo più facile, efficace e sicuro il tuo investimento.

Il mercato delle stufe e caminetti viene coperto con prodotti che riscaldano “esclusivamente” per irraggiamento con una percentuale al di sotto del 5% e non ti sarà difficile individuarli a meno che tu, non ti imbatta nel professionista sbagliato.

Il mercato purtroppo è affollato da prodotti che vengono spacciati in maniera consapevole e non per “radianti”… spesso per il semplice fatto che nemmeno chi te li propone ne conosce davvero le differenze.

Non preoccuparti, in uno dei prossimi articoli ti insegnerò a riconoscerli da alcuni semplici dettagli, sarà facile come bere un bicchier d’acqua, e potrai acquistare consapevolmente l’uno o l’altro prodotto senza ritrovarti in casa qualcosa che non volevi.

<>

Semplice… se l’analisi della casa viene fatta in maniera professionale, sappi che in alcuni casi (sono rari ma ci sono) sarà consigliabile evitare l’irraggiamento, ma anche di questo parlerò in maniera più approfondita in uno dei prossimi articoli.

Rimani sintonizzato su questo blog, avremo modo sviscerare con calma e attenzione molti dei concetti esposti oggi.

Sembra tutto molto difficile adesso, ma ti assicuro che leggendo i prossimi articoli tutto ti apparirà più chiaro e comprensibile.

Un caloroso saluto

Valerio Silvestri

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...